GEOGRAFIA

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIA (GEO/04)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Il corso ha lo scopo di fornire elementi di conoscenza utili per affrontare la corretta lettura integrata dei fenomeni che si sviluppano nell’ambiente naturale. Il corso comprende diversi argomenti, che riguardano la geografia astronomica, il sistema atmosfera-idrosfera e i climi, strettamente correlati ed integrati che portano lo studente alla osservazione consapevole dei fenomeni naturali. La carta topografica infine risulta un valido strumento di lettura del paesaggio e base indispensabile per il riconoscimento delle caratteristiche ambientali.

Contenuti dell'insegnamento

La prima parte del Corso fornisce conoscenze sui moti astronomici principali della Terra dai quali dipendono le condizioni di illuminazione della superficie terrestre. Nella seconda parte sono illustrate le caratteristiche dell’atmosfera e i principali fenomeni meteorologici. La terza parte riguarda la distribuzione e la classificazione dei climi sulla Terra. Il corso prevede inoltre la descrizione dei criteri di realizzazione, interpretazione ed utilizzo della Carta topografica.

Programma esteso

GEOGRAFIA ASTRONOMICA.
Il sole: struttura interna e attività solare. La Terra nel sistema solare. Le leggi di Keplero. La legge di gravitazione universale di Newton. La rotazione terrestre; le esperienze di Guglielmini e Foucault; conseguenze del moto di rotazione; il giorno. La rivoluzione terrestre; caratteristiche dell’orbita. Inclinazione dell’asse terrestre. Solstizi ed equinozi; i rapporti tra il dì e la notte; altezza e declinazione del sole; l'anno; il percorso apparente del sole alle varie latitudini; i diagrammi alba-tramonto. Il crepuscolo. La misura del tempo: tempo locale e tempo standard; i fusi orari. L'equazione del tempo; l'analemma; orizzonte vero e apparente.
ATMOSFERA ED IDROSFERA. La struttura dell'atmosfera; composizione chimica, pressione, temperatura. La magnetosfera, la ionosfera, l’ozonosfera. La radiazione solare; le variazioni dell'insolazione; il bilancio della radiazione. La temperatura dell'aria; differenze di comportamento fra terre e mari; distribuzione della temperatura sulla terra; ciclo annuo e ciclo giornaliero della temperatura; la misura della temperatura dell’aria. La pressione atmosferica; isobare e gradiente barico; le cellule di convezione; cicloni e anticicloni; la misura della pressione atmosferica. I venti; il vento geostrofico e ciclostrofico; la misura del vento; la distribuzione dei venti sulla superficie terrestre; cicloni e anticicloni; i monsoni; la circolazione in quota e le correnti a getto. Caratteristiche delle acque oceaniche, temperatura e salinità. Le correnti marine. L'umidità atmosferica; la misura dell'umidità; le nubi; le forme di precipitazione; le cause delle precipitazioni; la misura delle precipitazioni. Le masse d'aria, i fronti e le perturbazioni cicloniche; i tipi di masse d'aria; i cicloni frontali. Le perturbazioni meteorologiche tropicali ed equatoriali; i cicloni tropicali; i tornados.
I CLIMI; il sistema di classificazione di W. Koppen; il sistema esplicativo-descrittivo di A.N. Strahler. I diagrammi climatici. Il clima d'Italia.
CARTOGRAFIA La forma della Terra. Sfera, geoide ed ellissoide. Ellissoidi di riferimento. Reticolato geografico. Proiezioni cartografiche. Proiezione di Mercatore. Triangolazione e rilievo fotogrammetrico (cenni). Scala della Carta, grado di risoluzione ed errore grafico. Cartografia ufficiale italiana. Coordinate geografiche e calcolo delle coordinate di un punto. Coordinate chilometriche Gauss-Boaga. Coordinate chilometriche UTM e calcolo delle coordinate di un punto. Caratteristiche del GPS (Global Positioning System) (cenni). Segni convenzionali. Declinazione magnetica e convergenza rete. Rappresentazione altimetrica del terreno, metodi dimostrativi e geometrici. Curve di livello, quota di un punto, pendenza di un versante. Carta Tecnica Regionale. Il profilo topografico. Cenni di cartografia numerica. Esempi di lettura e interpretazione di carte topografiche.

Bibliografia

A.N. STRAHLER: "Geografia fisica", PICCIN (1984); S.PEREGO: "Cartografia (Lettura delle carte topografiche)", SANTA CROCE (2004);
Testi di consultazione: A.N. STRAHLER: "The Earth Sciences", HARPER&ROW (1971); A. STRAHLER, A. STRAHLER: “Corso di Scienze della Terra”, ZANICHELLI (1996);
T. McKNIGHT, D. HESS: “Geografia fisica. Comprendere il paesaggio”, PICCIN (2005); A.STRAHLER: "Fondamenti di Geografia fisica", ZANICHELLI (2015)

Metodi didattici

Il corso si svolge tramite lezioni frontali.

Modalità verifica apprendimento

Lo studente dovrebbe dimostrare di aver acquisito i concetti fondamentali della Geografia fisica, di saper comprendere i fenomeni naturali, astronomici e meteorologici e di saper collegare tra loro tali conoscenze; sulla base di tali conoscenze dovrebbe poi aver compreso la distribuzione dei climi sulla Terra. Lo studente dovrebbe inoltre aver acquisito le conoscenze minime per saper leggere e interpretare una Carta topografica.