Sbocchi professionali

Una buona formazione nelle discipline di base consente al laureato in Scienze della Natura e dell'Ambiente di affrontare i temi naturalistici e ambientali con metodo scientifico.
Alla fine del percorso formativo lo studente avrà acquisito inoltre: -una preparazione naturalistica di base adeguata nei settori delle Scienze della Terra e della Vita; -la conoscenza delle nozioni fondamentali della gestione dell'ambiente; -la conoscenza di un'altra lingua dell'Unione Europea in forma scritta e orale, con riferimento anche ai lessici disciplinari e una sufficiente familiarità nell'uso degli strumenti informatici di base.
L'acquisizione di queste competenze lo metteranno in grado di:
- affrontare l'analisi di problematiche naturalistiche e ambientali anche complesse
-effettuare campionamenti e misure, a supporto di studi professionali e centri di ricerca pubblica e privata
-collaborare con altre figure professionali nella pubblica amministrazione (ARPA, Province, ASL, Regioni, Parchi ecc.) in attività in campo naturalistico-ambientale

I settori di impiego del laureato in Scienze della Natura e per l'Ambiente si collocano in differenti ambiti quali:
- Enti responsabili della pianificazione e gestione delle risorse naturali e di gestione, conservazione e divulgazione del patrimonio naturalistico e culturale (Ministero per le Politiche Agricole, Ministero dell'Ambiente, omonimi assessorati regionali, provinciali e comunali, Comunità Montane, Aree Protette, Musei, Orti Botanici ed Erbari).
- Strutture socio-sanitarie pubbliche e private e Studi professionali multidisciplinari impegnati nei campi della organizzazione e coordinamento del monitoraggio ambientale, di interventi di bonifica di siti contaminati, di formulazione di protocolli per la certificazione ambientale e di qualità, di controllo dello smaltimento e trattamento degli RSU, degli effluenti liquidi urbani e industriali e dei rifiuti speciali e tossici, per la preparazione di sistemi multimediali per la comunicazione e l'informazione ambientale.

Possibili sbocchi professionali:

-Tecnici del controllo ambientale: analista competente nell'acquisizione e nell'elaborazione di dati inerenti l'ambiente.

-Guide e accompagnatori naturalistici